Carette del mare

Carrette del mare.  Pasquale Bisceglia

Il fenomeno dell’immigrazione in Italia negli ultimi anni è aumentato a dismisura a causa delle guerre e delle crisi economiche che hanno coinvolto molti paesi europei e non. Quotidianamente sentiamo notizie di carrette piene di persone, che tentano di attraversare lunghi tratti di mare per cercare fortuna, fuggire da guerre e quindi rifarsi una nuova vita. Queste carrette rimangono vittime del mare e i passeggeri spesso perdono la vita. Uno dei casi in cui clamorosi fu quello della nave Vlora che chiuse una fase iniziale in cui l’Italia e l’Europa, guardavano con partecipazione la lotta di un popolo che si ribellava al regime dittatoriale in una specie di replica in miniatura della caduta dei regimi nell’europa centrale. La nave Vlora (probabilmente la più grande di tutta la marina albanese) giunse a Bari proprio in questo momento, ed al massimo della sua capacità: sui suoi ponti, nelle stive e perfino aggrappate ai pennoni più alti trovarono posto migliaia di persone, chi dice 20, chi 25, chi 27.000. Quando queste persone raggiunsero l’Italia il loro arrivo e la loro accoglienza non erano più viste come una questione di politica estera o di diritti umani, ma solo di sicurezza e di ordine pubblico.

3

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...